Bologna - 2 Agosto 1980 - Associazione tra i Familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980

Il "caso" Mambro - Fioravanti

Il 12 giugno 1994 appare un'intervista della Mambro e Fioravanti sul Corriere della Sera dal titolo "NOI ALL'ERGASTOLO LORO AL GOVERNO". Nell'intervista si prendevano in considerazione le esperienze passate di alcuni esponenti di Alleanza Nazionale( Gasparri, Storace, Bontempo, Fini), rilevando il passato comune, la militanza comune, l'offerta di cariche elevate all'interno dell'M.S.I. in favore della Mambro.

Circa un mese dopo viene fondato a Roma nella Sede dell'ARCI il comitato in difesa della Mambro e Fioravanti "E se fossero innocenti".
Questo comitato a cui aderiscono intellettuali di tutte le estrazioni propone tesi che nulla hanno a che fare con la realtà processuale. Il materiale che in tribunale aveva fatto figure penose perché non supportato da nulla viene ora riproposto all'opinione pubblica per confonderla.

Risposta immediata da parte dell'Associazione, viene stampato un libretto intitolato "Contributo alla Verità" in cui vengono riportate le tesi del comitato confutate sulla base degli atti processuali e non con valutazioni sentimentali o ipotetiche.

La campagna di disinformazione di questo comitato dilaga su tutti i giornali, le televisioni di stato gli concedono ampi spazi, le televisioni FININVEST dedicano almeno 3 trasmissioni di 2 ore altre televisioni ne ospitano costantemente alcuni esponenti di spicco.

Cercano di far accreditare nell'opinione pubblica la tesi dei due capri espiatori. Non viene mai menzionato che col reato di strage non si può accedere a nessun beneficio.
Curricula Criminali di Francesca Mambro e Giuseppe Valerio Fioravanti

"NOI ALL'ERGASTOLO LORO AL GOVERNO"

lista aderenti al comitato "E SE FOSSERO INNOCENTI?"

"Contributo alla Verità"

le foto delle vittime di Mambro - Fioravanti


Associazione tra i Familiari delle Vittime della Strage della Stazione di Bologna del 2 Agosto 1980
c/o Comune di Bologna - P.zza Maggiore, 6 - 40124 Bologna (IT) - Tel. +39 (051) 253925 - Fax. +39 (051) 253725 - Cell. +39 (338) 2058295
© Copyleft, Se copiate, citate la fonte "2 Agosto 1980" - credits   Cookie Policy